Questo sito usa i cookie per login , navigazione ed altre funzioni. Usando il sito o scrollando accetti l'uso dei cookie

Leggi la policy sulla privacy

Leggi la direttiva europea sulla privacy

Hai rifiutato i cookies. Puoi cambiare la tua decisione.

  • Terapia del dolore
    Terapia del dolore

    La medicina per curare il dolore e migliorare la qualità della vita dei pazienti.

Terapia del dolore

terapia del dolore

Una delle maggiori problematiche con la quale ci si confronta nella cura delle malattie neoplastiiche è il dolore.

La progressione della malattia porta spesso con se il dolore quale sintomo di invasione ed infiltrazione di strutture dell'organismo ricche di innervazione. 

E' anche importante non trascurare è la componente infiammatoria legata al dolore data dalla reazione immunitaria in risposta alla presenza di cellule tumorali ed all'irritazione dei tessuti compressi.

La terapia del dolore deve essere impostata in modo adeguato alla condizione clinica ed allo stato ematochimico del paziente prendendo in considerazione tutti i recettori implicati nella trasmissione verso il sistema nervoso centrale del dolore.

Parlando di rimedi farmacologici, è pertanto necessario impiegare sostanze in grado di interagire con i recettori per gli oppioidi, sostanze in grado di modulare la trasmissione dell'impulso nervoso e sostanze in grado di interagire con i mediatori dell'infiammazione.

Tra gli oppioidi possiamo trovare delle sostanze con varie gradazioni di attività e di effetti collaterali che ci si può attendere, passando dagli oppioidi cosiddetti minori sino ai maggiori.

Oltre le formulazioni per os, sono disponibili dei cerotti medicati che rilasciano gradualmente il principio attivo per via transdermica. I modulatori della trasmissione dell'impulso nervoso sono invece farmaci che rallentano la conduzione nervosa e recano notevole sollievo nel dolore neuropatico.

Le metodiche farmacologiche si embricano ed alle volte vengono sostituite da metodiche fisiche per il controllo del dolore. In questo ambito l'ipertermia capacitiva profonda a radiofrequenza e la ipertermia total body ad infrarosso sono validi presidi.

Il principio delle due metodiche è quello di modulare la concentrazione locale e sistemica dei mediatori dell'infiammazione, di aiutare la rigenerazione dei tessuti danneggiati e di modulare la trasmissione degli impulsi nervosi.

La chirurgia rappresenta l'ultima strategia, la più definitiva ma anche la più invasiva, nel controllo del dolore. Recidere chirurgicamente delle terminazioni nervose che afferiscono all'area corporea dolente o distruggere un plesso nervoso sono strategie risolutive, radicali ma da destinare alle fasi terminali della patologia oncologica poiché gravate da effetti collaterali spesso limitanti per altri versi la qualità di vita del paziente.

Stilando delle conclusioni si può certamente affermare che la moderna oncologia può affrancarsi dalla problematica della gestione del dolore ed un attenta gestione dei presidi disponibili consente una qualità di vita accettabile anche nelle situazioni cliniche ahimè fortemente compromesse ed inguaribili.

 

Copyright © 2013 Casa di Cura Privata Villa Salaria srl. Tutti i diritti riservati.